Tutti i numeri del Black Friday e del Cyber Monday

Gli sconti iniziati col Black Friday e proseguiti col Cyber Monday hanno fruttato agli e-commerce e ai negozi fisici italiani un giro di affari complessivo di circa 1,5 miliardi di euro. Gli Stati Uniti hanno felicemente concluso il Turkey 5 con ottimi incassi, ma il record di novembre ottenuto dalla Repubblica Cinese col Singles’ Day rimane imbattuto.

Tutti i numeri del Black Friday e del Cyber Monday

 

 

Indice

  1. I risultati in Italia
  2. Amazon.it e il Black Friday
  3. Il Turkey 5 in cifre
  4. Alibaba e il Singles’ Day mantengono il record di incassi online

 

 

I consumatori italiani, interessati agli sconti particolarmente generosi di queste giornate, hanno prodotto un volume di transazioni online di centinaia di milioni di euro.  In questi giorni il numero di acquirenti è stato così alto, mai come quest’anno in Italia, da spingere molti negozi a prolungare gli sconti per tutto il primo weekend del mese di dicembre. 

Alcuni digital retailer in Italia e nel mondo hanno realizzato dal 3% al 5% del fatturato annuale, decuplicando il valore delle vendite mediamente registrate nello stesso lasso di tempo in un periodo qualsiasi dell’anno.

 

I risultati in Italia

1,5 miliardi di euro sono stati spesi da circa 14 milioni di italiani interessati agli sconti proposti per il Black Friday e per il Cyber Monday, due ricorrenze importate dagli Stati Uniti.

Complessivamente, i consumatori italiani interessati agli acquisti tramite e-commerce, hanno speso online circa 600 milioni di euro  (dati dell’Osservatorio e-Commerce B2C); una cifra impressionante, se paragonata ai 160 milioni di euro raggiunti durante lo stesso periodo di tempo nel 2015.

I risultati di questi giorni hanno dimostrato che Black Friday e Cyber Monday piacciono agli italiani che vogliono risparmiare sugli acquisti natalizi e approfittare delle occasioni proposte per togliersi qualche capriccio.

In occasione del  Black Friday, i negozi fisici e online italiani hanno promosso sconti che andavano mediamente dal 20% al 50%, generando un giro di affari di circa 800 milioni di euro.

Il lunedì cibernetico, un appuntamento nato nel 2005 sempre negli States e creato appositamente dalla National Retail Federation per promuovere gli acquisti sul web, si è dimostrato un’occasione imperdibile per tutti coloro i quali desideravano acquistare prodotti tecnologici a prezzi accessibili.

Per esempio, l’e-commerce italiano specializzato nella vendita di prodotti high-tech Monclick, ha registrato un incremento del 70% delle visite e un aumento del volume di ordini del 143%. Televisori al led, forni a microonde e macchine da caffè sono stati i prodotti maggiormente venduti dall’e-commerce brianzolo, che ha potuto giovare di questi giorni non solo per incrementare i volumi di affari, ma anche per aumentare il numero di iscritti sul proprio e-store.

Molti negozi online hanno lanciato promozioni speciali su prodotti di vario genere, ma le categorie più apprezzate dagli acquirenti di questi giorni sono state, oltre agli articoli di elettronica, i prodotti di moda e abbigliamento e il settore turistico. Tra le proposte vantaggiose lanciate dai negozi online, alcuni e-commerce, come quello di Ikea, hanno inoltre proposto consegne gratuite per incentivare gli acquisti.

Amazon.it e il Black Friday

Soltanto durante il Black Friday, gli italiani hanno comprato su Amazon.it oltre 2 milioni di prodotti, approfittando di più di 15.000 offerte proposte per quel giorno, nel complesso però, il Cyber Monday è stato il giorno più redditizio. Nella sola giornata del venerdì nero Amazon ha venduto approssimativamente 140 milioni di prodotti di medie e piccole aziende provenienti da tutto il mondo. Nonostante lo sciopero dei dipendenti del magazzino di Amazon Piacenza organizzato venerdì 24 novembre, l’e-commerce è riuscito a raddoppiare il numero delle vendite del 2016 che aveva registrato 1,1 milioni di prodotti venduti nel territorio italiano.

Grazie agli ottimi risultati raggiunti durante il venerdì nero, il giorno seguente Amazon.it ha rivelato alcune curiosità sugli acquisti fatti dagli italiani sulla piattaforma durante i Black Friday:

  • sono stati venduti tanti Chupa Chups da poterne offrire uno a tutti gli abitanti di Firenze
  • Il primo prodotto venduto su Amazon.it nella giornata di Black Friday, venerdì 24 novembre, è stato il Dash Button di Caffè Borbone alle ore 00.01
  • Abbiamo venduto tante scope elettriche Dyson V6 che messe una sopra all’altra supererebbero l’altezza del Burj Khalifa, il grattacielo più alto del mondo
  • Sono stati venduti tanti Materassi Memory da coprire la superficie di 15 campi da tennis
  • Sono stati venduti tanti TV 55” che uno sopra l’altro supererebbero l’altezza della Torre Unicredit a Milano

Quest’anno, inoltre, i titoli azionari di Amazon.com, Inc. hanno raggiunto risultati più che positivi, marcando un incremento del 58% da inizio anno al giorno del Black Friday. In quella data, il patrimonio quotato in borsa del suo chairman – nonché l’uomo più ricco del mondo –  Jeff Bezos, è aumentato di ben 2,4 miliardi di dollari, raggiungendo così un patrimonio di 100,3 miliardi di dollari.

Secondo Il Sole 24 Ore ciò è riconducibile al fatto che nei giorni precedenti gli azionisti hanno fortemente investito sui titoli azionari del gigante Amazon che hanno marcato un +2,6% per un valore di 1.186,41 dollari per azione, prevedendo risultati molto positivi per gli acquisti online durante il Black Friday.

 

Il Turkey 5 in cifre

Secondo i dati riportati da Forbes, le vendite online del Turkey 5 – termine con sui si definiscono i cinque giorni di sconti che in America iniziano col Giorno del Ringraziamento e terminano formalmente col Cyber Monday – avrebbero prodotto negli States un giro di affari complessivo di circa 14,8 miliardi di dollari realizzando un +12% rispetto allo stesso periodo nel 2016.

Sempre negli Stati Uniti, gli online shopper hanno superato i record degli anni precedenti, con un incremento degli acquisti sul web del 17% rispetto al 2016.

Come riportato dal New York Times, alcuni shop online hanno momentaneamente sostituito i negozi fisici americani, come nel caso di HHGregg, Mall of America e Office Depot che, indirizzando strategicamente gli sconti solo sui propri e-store, hanno potuto sospendere le attività dei negozi fisici per il Giorno del Ringraziamento.

Anche negli USA gli acquirenti hanno comprato soprattutto i prodotti di elettronica, seguiti dall’abbigliamento e, in ultimo, i viaggi. Da notare che e il 39% degli americani ha sfruttato questo periodo di sconti per acquistare offline nei negozi fisici.

 

Alibaba e il Singles’ Day mantengono il record di incassi online

La celebre festa cinese, il Singles’ Day, nata a Nanchino nelle università degli anni Novanta, è  stata la data più attesa dai negozi cinesi online e offline che, da qualche anno, festeggiano la ricorrenza dell’11/11 proponendo sconti e offerte molto simili a quelle proposte in Occidente durante il Black Friday e il Cyber Monday.

Allo scadere della ventiquattresima ora, il colosso asiatico Alibaba che per quella data aveva organizzato l’evento di “retail-tainmentGlobal Shopping Festival, ha ottenuto:

  • più di 24 miliardi di dollari di acquisti;
  • nuove registrazioni sul sito di utenti provenienti da ben 192 Paesi nel mondo;
  • mediamente, 256.000 transazioni al secondo;
  • +40% delle vendite rispetto alla stessa data nel 2016;

Inoltre, il 90% delle transazioni commerciali avvenute in Cina durante il Singles’ Day sono state effettuate su Alibaba, legando imprescindibilmente il gruppo commerciale di Jack Ma alla ricorrenza dei single più redditizia del mondo.

Quest’anno i numeri raggiunti dai retailer della Repubblica Cinese hanno impressionato il mondo intero, considerando che, nemmeno il successo raggiunto in America durante il Turkey 5, è riuscito ad avvicinarsi al volume di vendite ottenuto nell’unico giorno del Singles’ Day promosso dai retailer asiatici.

Le 10 lezioni di vita (sul lavoro) di Bernard Marr

Digital marketing | 30 Luglio 2019

Bernard Marr in un articolo ha raccolto quelle che sono secondo lui le prime 10 lezioni da imparare sul lavoro, per apprezzare quello che si fa. Scoprile subito!

LEGGI TUTTO

Produttività, come aumentarla? Il metodo “Eat that frog!”

Digital marketing | 17 Luglio 2019

Esistono vari metodi per aumentare la produttività e smettere di procrastinare: analizziamo il metodo “Eat that frog!” dell’autore americano Brian Tracy.

LEGGI TUTTO

Mappe mentali: cosa sono e perché dovresti conoscerle

Digital marketing | 9 Luglio 2019

Una mappa mentale è una forma di rappresentazione grafica del pensiero teorizzata dal cognitivista inglese Tony Buzan, a partire da alcune riflessioni sulle tecniche per prendere appunti.

LEGGI TUTTO